BRACCO PRO PATRIA VOLLEY MILANO – CERTOSA VOLLEY 3-0 (25-17/25-21/25-19)

BRACCO PRO PATRIA VOLLEY MILANO: Giacomini, Pagnin (K), Sisti (L1), Zola, Garzero, Bassani, Migliore, Betti, Passuello, Massa, Scandella, Migliorin, Amadasi, Mandotti (L2). All. Brugnone

CERTOSA VOLLEY: Bonfanti (L1), Bracchi (K), Biancardi, De Simone, Maggi, Marsengo, Belloni, Omonoyan,  Soffientini (L2), Minardi, Pizzocaro, Lanzarotti, Barabelli, Gè. All. Di Toma

Dopo quasi un anno il palaNatta torna a rianimarsi riassaporando il gusto del grande volley!

Ci siamo lasciati in serie C ed abbiamo ritrovato le nostre ragazze in serie B2 esordendo addirittura con il più rotondo dei risultati frutto di una splendida prestazione.

Dall’altra parte della rete un Certosa Volley giovane ma con tanta qualità e grinta da vendere. Non a caso in panchina siede un tecnico che ha lasciato un gran bel ricordo in casa Pro Patria: Federico Di Toma.

La formazione pavese ha dato filo da torcere alla squadra di Gigi Brugnone che ha però coronato l’impegno con una gara al limite del perfetto.

Pro Patria schierava Pagnin in palleggio e Scandella in diagonale con lei, al centro Amadasi e Massa, Migliorin e Giacomini laterali, Sisti libero. Nell’altra meta campo di Toma ha schierato Belloni/Lanzarotti, De Simone/Minardi, Bracchi/Maggi ed il libero Bonfanti.

Parte subito forte la Pro Patria con Giacomini e Scandella trascinatrici fino al 12-4, poi cala, per un attimo, l’intensità permettendo alla squadra pavese di accorciare le distanze fino al 11-13. Una volta sentito il fiato sul collo Pagnin e compagne rialzano la testa e ritornano di nuovo in fuga fino al 18-13. A questo punto entra in scena la capitana ospite, Martina Bracchi, incontenibile in attacco, che permette alla sua squadra di arrivare fino al 17-21. Come ad inizio set però si rifanno vedere Giacomini e Scandella che, grazie ad un parziale di 4-0, chiudono il set a favore di Pro Patria.

Cambio di campo ed il Certosa ha un buon avvio di set fino al 8-5 poi commette troppi errori e favorisce un break della Pro Patria di 5-1 che riequilibra il punteggio prima sul 10-10 poi sul 16 pari. A questo punto entra in gioco l’esperienza di Migliorin che prende per mano la squadra ed ancora con il contributo di Scandella coglie un allungo di 9-5 che porta la Pro a chiudere anche il secondo set a suo favore.

Dopo un set equilibrato si passa al terzo comandato nettamente dalla Bracco Pro Patria. Se prima Pagnin si era affidata di più ai suoi attaccanti di banda, in questa frazione ha sfruttato di più il gioco al centro con Amadasi e Massa che ricambiano la fiducia alla grande! Un parziale di gioco in cui la Pro Patria ha mantenuto sempre a debita distanza le ragazze del Certosa, nonostante una superlativa Bracchi per portare a casa un rotondo 3 a 0 e i relativi preziosi 3 primi punti in classifica.

Claudio Cornalba

#SiamoLaPro #WePlayTheFuture

Tags

Share Now

About Author

Related Post