BRACCO PRO PATRIA VOLLEY MILANO – GONZAGA MILANO 3-0 (25-20/25-20/25-12)

BRACCO PRO PATRIA VOLLEY MILANO: Giacomini, Pagnin (K), Sisti (L1), Zola, Garzero, Bassani, Migliore, Betti, Passuello, Massa, Scandella, Migliorin, Amadasi, Mandotti (L2). All. Tentorio

PALLAVOLO GONZAGA MILANO: Musumeci, Piroli (L1), Dainese, Fizzotti (L2), Fiorucci, Enei, Salvador, Fumagalli, Riva, Speggiorin, Ruben (k), Maran, Petruzzelli, Chiusurin. All. Kharwb

Il tanto atteso derby meneghino tra la Bracco Pro Patria Milano e Pallavolo Gonzaga Milano ha visto prevalere con un secco 3-0 la squadra di casa in un match che è stato spesso a senso unico.

Il Gonzaga a tratti è riuscito a tenere testa al più quotato avversario ed anche a metterlo in difficoltà ma ha alternato alcuni di questi buoni momenti ad altri meno di qualità!

Le padrone di casa, dall’altra parte della rete, in alcuni frangenti sono state trascinate dall’andamento incostante della gara ma sono state molto brave a ridimensionarsi subito facendo risaltare, ancora una volta, le loro qualità tecnico tattiche.

Gonzaga scende in campo con la classica formazione con Ruben/Speggiorin, Musumeci/Enei, Maran/Fumagalli. Libero Piroli.
Dall’altro lato del campo Andrea Tentorio dirige da primo coach la squadra a causa della squalifica che Gigi Brugnone ha rimediato dopo il teso big-match con Garlasco dello scorso weekend.
In diagonale con la sua alzatrice e capitano Barbara Pagnin esordisce dal primo minuto Caterina Bassani.
Le bande sono come di consueto Migliorin e Giacomini.
Massa al centro insieme a Zola.
Libero Sisti.

Parte forte la Pro Patria mentre Gonzaga tradisce un approccio iniziale molto timoroso: 8-2.
Speggiorin va al servizio, mette in difficoltà la ricezione delle padrone di casa e dà la carica alle sue compagne che raggiungono la Bracco sul 14 pari. Un muro di Alessandra Massa e Ylenia Migliorin risvegliano la Pro Patria. Ci pensa Elena Giacomini a chiudere il set sul 25-20.

Quasi lo stesso epilogo nel set successivo. Inizio fulmineo della Pro Patria che poi commette qualche errore di troppo al servizio e in attacco che permettono alla squadra di Kharwb di riprendere fiducia.
Sul 23-15 si registrata un’impennata di Gonzaga con un break di 5-1 poi risolto da Chiara Scandella subentrata nel corso del match a Bassani.

Nell’ultimo set s’invertono le parti e sono le ospiti, con Fumagalli, a partire forte fino al 9-6 .. poi però Gonzaga rallenta e lascia strada aperta alla Pro Patria. Kharwb è costretto a cambiare alcune pedine ma il risultato non cambia con un monologo Pro Patria fino al fischio finale.

Così il tecnico Gigi Brugnone dopo aver vissuto la gara dalla tribuna:

Partita complicata perché il derby è sempre un derby! C’era un po’ di tensione. In settimana, poi, abbiamo avuto qualche problema fisico con alcune ragazze. Amadasi non è potuta scendere in campo. La preparazione è stata un po’ a rilento. Devo dire brave alle nostre ragazze, ma soprattutto a tutto lo staff che ha fatto un buon lavoro per metterci nelle migliori condizioni.
Primo set bene al servizio, meno bene in ricezione e contrattacco. Nel secondo abbiamo sistemato la ricezione e siamo riusciti a variare di più il gioco. Nel terzo è salita in cattedra Migliorin ed abbiamo fatto bene anche nella fast. Siamo contenti del risultato, ma ora testa a Busto Arsizio che sarà una partita complicata in un palazzetto importante e difficile”.

Claudio Cornalba

#SiamoLaPro #WePlayTheFuture

Tags

Share Now

About Author

Related Post