UNDER 14: a due passi dal sogno ma…. non è finita!

Si infrange a soli due punti dal traguardo il sogno di conquistare il gradino più alto del podio provinciale e di ribaltare il pronostico che vedeva Volley Segrate favorita per il titolo. E siamo davvero orgogliosi delle nostre ragazze che hanno lottato palla su palla, senza mai mollare, conquistando una medaglia d’argento comunque prestigiosa. E il risultato di squadra è stato impreziosito dal premio come migliore palleggiatrice assegnato alla nostra Alice Cingari.

Ma non è certo finita qui! Adesso ci aspetta la Fase Regionale dove, siamo sicuri, daremo del filo da torcere a tutti gli avversari per cercare di arrivare il più lontano possibile.

Ecco il resoconto della finale tratta dal sito della Fipav Milano.

Nel campionato Under 14 femminile si conferma sul trono il Volley Segrate, che come lo scorso anno ha la meglio in finale sulla Bracco Pro Patria Milano, questa volta con il punteggio di 3-2 (26-28, 27-25, 13-25, 25-11, 15-13). Il primo set si apre all’insegna dell’assoluto equilibrio: prova a spezzarlo Chiesurin per l’8-10, ma Sisti risponde con l’ace dell’11-10. Della Monica mette a segno due muri consecutivi per il 18-21, un altro servizio vincente della nuova entrata Grillo vale la parità sul 22-22; ancora Della Monica a muro firma il primo set point (23-24), che Fumagalli annulla. Ai vantaggi ci sono due chance per Segrate (25-24, 26-25) ma il servizio di Cingari e il muro di Omoruji regalano il 26-28 alle milanesi. Le segratesi ripartono forte nel secondo set e piazzano un break di 6-0 sul servizio di Edallo, portandosi sul 12-7; la Pro Patria recupera però sul 13-13 con la solita Della Monica e dal 18-18, con la battuta della stessa numero 42, scappa 18-22. Sembra finita, ma sul 20-24 Segrate annulla 4 set point (protagonista Castagnino) e se ne procura uno con Sisti sul 26-25: l’errore delle biancoblu rimette la gara in parità. Il terzo set è però dominato dalla Pro Patria, che si porta subito avanti 3-9 sul servizio di Cingari, allunga 6-14 e 7-19 prima di chiudere con Chiesurin. Le segratesi rispondono nel quarto set: 5-2 e 11-3 con tre ace di Fumagalli. Hoffer firma il muro del 15-5, poi realizza l’ace del 21-9 e si va veloci verso il tie break, decretato da un altro servizio vincente di Ribechi. Nel set decisivo la Pro Patria passa avanti 0-2, ma Segrate ribalta tutto con il servizio di Hoffer, che sigla due ace per il 6-3; al cambio di campo le padrone di casa sono in vantaggio 8-6 e dal 9-7 si passa direttamente al 13-7 sul servizio di Seghizzi. Castagnino si procura 6 match point, la Pro Patria ne annulla ben 5 ma alla fine è ancora il muro di Castagnino a regalare il titolo a Segrate.

 

 

Share Now

ALTRE NEWS