Cattaneo Presidente

La prima volta che incontrai Bruno Cattaneo, io ero una giovane dirigente di una piccola società che disputava solo campionati giovanili, mentre lui era il presidente della Pro Patria Volley Milano.
Gli dissi che ero pronta, assieme ad un paio di altri appassionati di pallavolo, ad occuparmi seriamente del settore giovanile della Pro, che a quel tempo aveva velleità non più che zonali.
Bruno mi guardò dall’alto della sua…altezza e mi disse “Speriamo che non siate l’ennesimo esempio di voglia di fare che si esaurisce dopo pochi mesi”.
Era il 1985.
Da allora Bruno dimostrò sempre, in ogni occasione, di avere il cuore e il cervello più che impregnati, imbevuti di pallavolo. Ha sempre condotto la Pro Patria con una intelligenza, un equilibrio e una rettitudine che ha sempre mantenuto, anche se questa, in alcuni frangenti, sembrava una scelta impopolare. Si è sempre affidato a persone per bene, ritenendo questo il più prezioso valore di una società sportiva. Ha sempre guardato avanti, con lungimiranza e ambizione, ma con i piedi ben piantati per terra. Insomma si capiva che avrebbe fatto strada!
Quando lasciò la Pro io presi il suo posto di presidente, mentre lui accettò di affrontare la carriera federale. In Pro Patria sapevamo che la nostra società stava perdendo un grande dirigente, ma anche che la Pallavolo intera ne avrebbe beneficiato.
Da consigliere federale ha sempre portato avanti le idee che lo hanno sempre ispirato. Ha voluto e cercato di fare grande la Pallavolo italiana, ma non ha mai smesso di dedicare grande attenzione e rispetto al lavoro prezioso di tutti i dirigenti sportivi. Non ha mai offerto, né noi glielo abbiamo chiesto, un favore in virtù della nostra amicizia.
Oggi Bruno è candidato alla Presidenza della Federazione Italiana Pallavolo (io credo che avrebbe dovuto farlo anche prima!).
Spero con tutto il cuore che la Pallavolo non perda questa grande occasione.

Elisa Franchina – Presidente Pro Patria Volley Milano

www.cattaneopresidente.it

Share Now

ALTRE NEWS